logo

Grafica Etichette Vino

Nel vino la grafica dell'etichetta ha grande importanza: uno spazio limitato in cui l'azienda deve brillare, con i suoi valori e le caratteristiche del suo prodotto.

Nell’universo del food marketing l’aspetto conta. Nel mondo del vino in particolare: l’etichetta è il primo contatto del consumatore con il vino. È interessante osservare come un vino eccellente con un’etichetta poco curata sia spesso snobbato, mentre un vino di qualità inferiore che si presenti con un’etichetta dal design unico e distintivo può superare tutti i competitor.

La progettazione grafica delle etichette di vino non è semplice: è piccola, ma deve parlare tanto.

Nel progettare l’etichetta di un vino è necessario combinare elementi di design differenzianti con l’espressione visiva dei valori dell’azienda, comunicando la personalità e le unicità di azienda e prodotto, ma anche il territorio d’origine, l’appartenenza a una determinata realtà, la cultura vinicola sottesa alla produzione di quel vino. E oltre a tutto ciò, sulla bottiglia deve anche comparire qualche informazione sul gusto del succo d’uva al suo interno.
L’etichetta deve diventare espressione visiva del posizionamento del vino stesso e dell’azienda da cui proviene, deve fungere da storytelling permanente, in cui condensare tutta una serie di valori e informazioni secolari ed essenziali: un obiettivo di marketing molto complesso, il tentativo di conquista dei buyer e dei consumatori finali in pochi centimetri di carta.

Cosa è importante nel design delle etichette vino?

_La grafica originale e innovativa.

_La capacità di condensare i valori dell’azienda produttrice e le caratteristiche del vino in un visual interessante.

_La sensazione tattile, per cui entra in gioco il Neuromarketing: una carta pesante e ruvida trasmette sensazioni di naturalità e artigianalità, mentre una carta lucida e con colori pregiati dà l’idea di eccellenza, e così via.

Richiedi un contatto