logo

Foodspotting, un nuovo social network dedicato al food

in Social Media Food

foodspotting

Il foto network dedicato al cibo

“Find and recommend dishes, not just restaurants”. È il motto di Foodspotting, il social network dedicato agli appassionati di cibo e fotografia, disponibile per smartphone e computer, grazie al quale è possibile condividere (e georeferenziare) le proprie immagini di food con gli altri utenti in rete, che le possono non solo vedere, ma anche votare e commentare.

Il funzionamento è abbastanza simile a quello di Instagram e Foursquare, ma le possibilità di questa app a prova di gourmet sono davvero tante… Per esempio è possibile segnalare la qualità del cibo fotografato applicando una coccarda ed è persino possibile creare una guida tematica con locali e piatti consigliati inseriti in una mappa digitale. Inoltre più segnalazioni vengono effettuate, più si guadagnano badge da esperto, diventando così una voce “autorevole” sul social network in questione.

E questo è solo l’inizio. Foodspotting sta avendo grande successo (tanto che dopo 18 mesi dall’avvio, è stato superato il milione di download) non solo negli USA (i fondatori sono infatti i californiani Ted Grubb e Alexa Andrzejewski), ma anche in Europa e, sulla scia di questa popolarità, stanno nascendo nuovi social network dedicati al cibo e ad argomenti affini. Perché non è soltanto un bel gioco, ma è un potenziale business, Facebook lo dimostra…

Uno dei nuovi concorrenti di Foodspotting è Chewsy, che funziona più o meno allo stesso modo: piatti, fotografie, voti, ecc. Forse stanno iniziando ad essere troppi questi social networks (c’è una sorta di boom, come con i primi motori di ricerca) e alcuni di questi probabilmente scompariranno o verranno assorbiti da altri, ma indubbiamente c’è una crescita esponenziale perché c’è grande risposta da parte degli utenti web e quindi si aprono di continuo nuove possibilità di guadagnare e creare vere e proprie aziende legate a questo tipo di web service.

Per il momento io ho scaricato Foodspotting sul mio iPhone e mi diverto a utilizzarlo, chissà che poi non mi venga qualche nuova idea da sviluppare grazie a questo social network!

2 Commenti
  • Food 2.0. Perché per un ristorante è importante fare comunicazione sui social network?
    Rispondi
    marzo 27, 2013

    […] che non è food-friendly, basti pensare ad Instagram e al fenomeno del Foodshooting (o quello di Foodspotting) di cui il mio preferito è sicuramente David Schwen con Pantone […]

  • Food 2.0. Perché il tuo ristorante DEVE fa social media? | Solo Sarfa.
    Rispondi
    gennaio 20, 2014

    […] che non è food-friendly, basti pensare ad Instagram e al fenomeno del Foodshooting (o quello di Foodspotting) di cui il mio preferito è sicuramente David Schwen con Pantone […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campo obbligatorio