logo

IV gamma, il fiore all’occhiello dell’ortofrutticolo

in Food Marketing

la iv gamma è il fiore all'occhiello dell'ortofrutticolo

Già nel nostro primo articolo sull’ortofrutta abbiamo accennato alla continua crescita di questo mercato, soprattutto quando si parla di IV gamma, ovvero frutta e verdura fresca, lavata, tagliata, confezionata e pronta per l’utilizzo.

Andando più nello specifico possiamo vedere come nei soli primi sei mesi del 2017, il comparto ha segnato un +5,2% a volume e un +4,5% a valore. Molto interessante il mese di giugno, che rispetto all’anno scorso ha segnato un +7,6% a volume e un +11% a valore.

I dati in crescita significano solo una cosa: l’aumento degli acquirenti. Ecco allora che il numero di famiglie che acquista prodotti di IV gamma arriva a quota 19,6 milioni. Complici, oltre alla crescita della fiducia verso questa tipologia di prodotti, sono sicuramente le nuovi abitudini di consumo, determinate da nuovi stili di vita.

I ritmi di vita oggi sono veloci, in movimento, “frenetici”. Ecco allora che un prodotto fresco, già pronto all’uso, è più che mai allettante. I dati lo dimostrano: a trainare il mercato della IV gamma sono infatti le insalate in busta, in particolare quelle “arricchite”, ovvero quelle accompagnate ad altri ingredienti, come cereali, semi ecc.

Molto interessante è il concetto che con i prodotti di IV gamma noi stiamo acquistando tempo libero, e non il prodotto in sé.

Cosa controlla chi acquista?

Dopo i dati, capire quali sono i valori che i consumatori controllano prima dell’acquisto è particolarmente interessante. Al primo posto troviamo l’origine della frutta e della verdura: se proviene dall’Italia è più apprezzata. Segue poi la presenza di controlli di sicurezza durante la produzione e si chiude con la verifica della filiera.

gli elementi che i clienti controllona al momento dell'acquisto

Cosa manca?

Se il comparto è in crescita, crescono i consumi e il numero delle vendite, possibile che manchi ancora qualcosa? Ebbene sì. Quello che manca è una giusta e valida comunicazione, supportata da specifiche attività di marketing.

È necessario saper comunicare molto meglio: secondo una ricerca infatti, solo l’11% dei consumatori nell’ultimo anno si è accorta di nuovi prodotti lanciati sul mercato e di altre novità.

Ecco perché, sia online che all’interno dei punti vendita della GDO, è necessario dedicare più attenzione alla comunicazione, così da attirare molti più clienti e dare valore ad un mercato già in forte crescita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campo obbligatorio