logo

Grocery online, cresce l’acquisto dei freschissimi, tra cui il formaggio.

in E-commerce Food&Beverage

grocery-online-formaggi

Una delle più grandi barriere culturalmente affermate che sembrava limitare la spesa online degli italiani sembra finalmente crollata: durante il periodo estivo 2018, nella totalità di coloro che hanno deciso di acquistare food and beverage online, il 69% ha acquistato anche prodotti freschi o freschissimi.

Cosa intendiamo? Tutti quei prodotti che necessitano di temperature e principi di conservazione molto particolari, spesso difficili da garantire.

Durante l’estate le categorie che hanno registrato un incremento maggiore sono state verdure e ortaggi, ma non mancano i formaggi, i gelati e i succhi. Ed è proprio riguardo i formaggi (di cui anche l’export è aumentato) che la crescita stupisce. Basta rifletterci: quando ti è capitato di acquistare formaggio online?

E-commerce online, le abitudini cambiano

Può sembrare banale, ma il fenomeno ci fa riflettere molto. Fino a pochi anni fa questa categoria di prodotto era acquistata direttamente in negozio o da piccoli prodotti, per paura che la catena del freddo e le regole di conservazione non venissero rispettate.

Oggi però le abitudini cambiano. La grande distribuzione organizzata sta pian piano migliorando il processo, garantendo al consumatore finale un prodotto fresco, non intaccato nelle sue proprietà e assolutamente identico a quello acquistato direttamente in negozio.

ecommerce-online-freschi

Chi acquista questi tipi di prodotto online?

Il cambiamento culturale che stiamo vivendo con l’era digitale ha effetti anche su cosa mangiamo, come mangiamo, e dove compriamo. La ricerca svolta da Restore ci mostra come chi acquista prodotti freschi online sia influenzato principalmente da una diversa concezione di risparmio, ovvero:

  1. Acquistare prodotti freschi online non è come in negozio: non abbiamo la tipica visione dell’ingombro del carrello e quindi tendiamo a comprare di più;
  2. Online abbiamo una visione chiara e oggettiva su quando spederemo al checkout: per questo motivo possiamo aggiungere o togliere con facilità. In negozio, al contrario, non sai mai esattamente quanto stai spendendo.

Detto questo, è interessante vedere il tipico profilo di chi acquista in un grocery online.

Si tratta principalmente di donne con figli, con un età che va dai 35 ai 55 anni, anche se gli uomini in generale spendono di più. Inoltre, il 42% dei clienti ha un’alta capacità di spesa e la metà utilizza lo smartphone per fare acquisti.

Manca qualcosa?

Le barriere d’acquisto cadono, ma bisogna evitare che vengano ricostruite. Per poter vendere formaggi e altri prodotti freschi online è necessario che la grande distribuzione organizzata certifichi che possa garantire la catena del fresco, e deve saperlo comunicare in modo adeguato.

Bisogna rassicurare il consumatore, spiegargli che si può fidare dell’acquisto online con campagne semplici e mirate, sia online che su stampa.

Per farlo serve chi conosce bene il settore, visto che le possibilità di crescita sono così alte. Erbacipollina, primo spazio creativo dedicato completamente al food marketing in Italia, conosce bene il mondo del food e del food marketing e può aiutarti a sviluppare al meglio la tua comunicazione e, in generale, il tuo progetto. Contattaci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campo obbligatorio