Nuovi Food Retail e Concept

caffe propaganda roma

Tante novità a Roma…

Sembra non arrestarsi il trend di crescita dei nuovi food retail e concept. Crisi sì o crisi no? Il settore è in aumento e molto innovativo. E proprio Roma, insieme a Milano, rappresentano le città traino per concept e innovazione.

In questi ultimi mesi a Roma sono nati tantissimi nuovi locali che sono diventati immediatamente luoghi di tendenza. In alcuni casi per la qualità della proposta, in altri per il fascino del locale, molto spesso per i nuovi concept di ristorazione.

Il più cool dei locali di Roma aperti negli ultimi mesi è sicuramente il Caffè Propaganda, una tendenza ancora prima di aprire, grazie ai nomi noti che l’hanno fondato: Stephane Betmon, pasticcere francese che ha lavorato con Pierre Hermé, e Arcangelo Dandini, pietra miliare della ristorazione capitolina, che tuttavia ha lasciato il Caffè Propaganda dopo poco tempo.

Un locale che non poteva che avere successo, per molte ragioni: location, a un passo dal Colosseo, design, in pieno stile bistrot parigino, davvero molto affascinante, qualità della proposta gastronomica. E il successo non si è fatto attendere, tanto che ora andare di sera al Caffè Propaganda senza prenotazione è quasi una missione impossibile…

aromaticus roma

Ma questa non è certo l’unica apertura interessante a Roma. Nel sempre modaiolo (e delizioso) Rione Monti da qualche tempo troviamo un piccolo, graziosissimo negozio (sulla stessa via in cui si trova Tricolore, un locale dedicato ai corsi di cucina e ai panini gourmet che ha aperto poco più di un anno fa) chiamato Aromaticus. È un negozio di erbe aromatiche e fiori eduli da tutto il mondo (che vende anche sementi e strumenti per coltivarli a casa propria) dove queste profumate bontà naturali sono utilizzate anche per preparare gustosissimi piatti freddi, come il carpaccio di baccalà iberico, l’insalata aromatica o la tartare di fassona piemontese.

Fra le nuovissime aperture invece va segnalato Baccano, nuovo bistrot mediterraneo a Fontana di Trevi. Caffetteria, cocktail bar, banco gastronomia con formaggi e salumi di qualità, gelato artigianale, cucina semplice basata su materie prime di qualità… tutto raccolto in un locale centralissimo, in una zona che di certo non brilla per la qualità della ristorazione!

Manca ancora un po’ di tempo, invece, all’apertura dell’anno a Roma, quella di cui si parla da mesi: Eataly. Il colosso dell’enogastronomia made in Italy partito dal Lingotto di Torino e approdato in molte altre città (fra cui New York), arriva anche nella capitale. Eataly Roma nascerà all’interno dell’ex terminal della Stazione Ostiense: 18000 mq di negozio dedicato al cibo, ristoranti, enoteche, scuole di cucina e molto altro ancora. Finora gli intoppi nel corso della ristrutturazione sono stati numerosi, ma alla fine di giugno Eataly Roma dovrebbe davvero aprire i battenti. Staremo a vedere, con molta curiosità, come reagirà la città a questa grande novità gastronomica.

Possiamo affermare che il settore food e retail non stanno dando segnali di crisi, anzi sembrano in forte espansione ed evoluzione. E allora innovazione e patrimonio enogastronomico italiano possono essere considerate leve fondamentali per il nostro sistema economico che, insieme al design, alle idee e al marketing possano creare le basi per un rilancio della vecchia e classica ristorazione? Meditate gente, meditate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*