Mangiare il pesce direttamente in pescheria

da claudio pescheria milano

Da Milano a Napoli le pescheria con cucina spopolano

Qualche sera fa, passeggiando nei pressi di Piazza Cavour, a Roma, mi sono imbattuta in un locale nuovo (almeno credo, non lo avevo mai visto prima): Johnny – The Fish House, una pescheria con cucina. Tanta gente seduta nei tavolini all’aperto sembrava soddisfatta della scelta.

Non conosco il livello qualitativo di questo ristorante, ma vederlo mi ha fatto riflettere su una tendenza sempre più diffusa in tutta Italia. Quella delle pescherie/ristorante. In questi ultimi anni, nella maggior parte delle grandi città, da nord a sud, sono nati questi locali che basano la propria offerta su un banco con pescato freschissimo e su preparazioni semplici.

E visto che la semplicità (nel rispetto di una materia prima di qualità) sembra la più forte tendenza gastronomica di questi ultimi anni – come testimonia anche Identità Golose, che nel 2010 ha scelto come tema “Il Lusso della Semplicità” – questi locali vanno alla grande e si diffondono sempre di più.

Fra i più noti e citati dai critici gastronomici ci sono Pronto Pesce Pronto di Venezia (San Polo, 319), una gastronomia di mare situata di fronte al mercato del pesce di Rialto, dove si possono mangiare in loco o acquistare moeche marinate, ostriche, baccalà mantecato e altri “cicheti” (come vuole la tradizione veneziana), la Pescheria I Masenini di Verona (piazzetta Pescheria, 9a), un bacaro aperto da meno di un anno, dove gustare ad esempio carpaccio di ombrina, olive e arancio oppure le sarde fritte ripiene di lattuga. Spostandoci in Lombardia, a Milano troviamo due locali cult di questo genere: il Raw Fish Café del Centro Ittico (via Martiri Oscuri, 19), dove qui si può sorseggiare una flute di Champagne o un cocktail insieme a tante varietà di pesce crudo e cotto, carpacci, spiedini ecc., e l’ormai famoso Claudio Sushi Bar, storica pescheria milanese (nuova sede in via Cusani, 1), dove officiare il rito dell’aperitivo con spuntino di pesce; alici marinate, carpaccio di polpo, ostriche, tartare di salmone possono essere gustati sul posto insieme a un bicchiere di Champagne oppure portati a casa.

Scendiamo poi a sud, a Napoli, dove la famiglia Mattiucci ha dato vita a un locale (vico Belledonne a Chiaia, 27) che cambia volto nel corso della giornata: negozio del pesce di mattina, ristorante a pranzo, locale per aperitivo e ristorante di sera. Il pesce proviene dalle barche di proprietà della famiglia ed è elaborato in modo semplice. Di recente la Pescheria Mattiucci ha aperto nuove sedi a Capri, Milano e persino a Londra.

Ma la capitale britannica non è nuova a questo tipo di locale. Dove regna il fish&chips, infatti, da tempo sorgono locali che uniscono il banco del pesce al ristorante, come Fishworks, segnalato non solo dalle guide inglesi.

Offerte interessanti queste, alla moda, ma anche di qualità. Davvero da provare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*