Il dopo Taste 2012

Taste FIrenze 2012

Si è appena concluso il salotto del cibo italiano e siamo molto entusiasti di come sono andati i nostri eventi per Fuori di Taste con il Pastificio dei Campi e della rassegna in generale.

Anche quest’anno Taste è stato all’altezza delle aspettative: location allestita molto bene, spazio “Taste tools” molto interessante, aumento degli espositori, conferenze notevoli e un calendario ricco di eventi per Fuori di Taste. Che dire, nulla da obiettare: standard elevati, città bellissima, albergo dove soggiornavamo stupendo e un clima primaverile che faceva da cornice al tutto.

Mi preme segnalare la ridondanza di alcune categorie merceologiche, come la pasta; mi piacerebbe vedere maggiori produttori di altre categorie merceologiche come ad esempio oli, sali, riso.

Tra i produttori di specialità alimentari abbiamo avuto modo di scoprire tante novità e un po’ di fermento da un punto di vista di immagine, anche se tutto a livello ancora molto “primitivo”, con produttori che non hanno nemmeno il sito internet e con un’immagine “casalinga”.

Fra le idee interessanti come concetto di prodotto ci teniamo a segnalare la Pasticceria di Cerniglia di San Giuseppe Jato (Palermo), che ha inventato il kit del cannolo Siciliano da asporto con tanto di cannolo da riempire con sac à poche con il ripieno del cannolo, da preparare una volta arrivati a casa, e una confezione sempre da asporto di cassatine monoporzione. Che dire, straordinario il prodotto da un punto di vista qualitativo e di immagine, l’avremmo però “vestito” con un immagine meno classica, per rendere il prodotto più di design e accattivante.

Un settore che abbiamo visto in evoluzione è quello delle farine, con aziende che hanno differenziato il business specializzandosi e allargando il campo merceologico sul segmento dolci e farine preparate ad hoc per le tipologie di dolci, biscotti, torte soffici, crostate e le attrezzature per crearli e decorarli, il tutto con un bel design e una bella esposizione. Mi preme sottolineare come un’innovazione di marketing possa fare diventare una commodity come la farina in un prodotto premium da vendere a prezzi più alti e con una serie di accessori per andare a coprire i bisogni di un consumatore che sempre più cerca innovazione e nuovi suggerimenti d’uso (es. Molino Rossetto).

Un’altra iniziativa che abbiamo trovato molto interessante è quella messa in campo da Valsana che riguarda  il nuovo portale dedicato all’e-commerce Vizi di gola, molto accattivante la presentazione e il gadget creato in occasione di Taste per il lancio.

Da segnalare anche le iniziative proposte da Casaviva sull’arte del ricevere, l’effetto vintage per la casa; a mio avviso bisognerebbe allargare le iniziative di questo genere per rendere sempre più interessante e diverso il salone del Pitti e ampliare il target di riferimento.

fuori_di_taste_2012

Per quanto riguarda Fuori di Taste vi raccontiamo un po’ quello che è successo con il Pastifico dei Campi attraverso gli occhi di Mafaldina dei Campi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*