Erbacipollina a Festa a Vico 2010

Gennaro Esposito Vico Equense

Siamo appena rientrati dall’evento gastronomico dell’anno e così abbiamo pensato di raccontavi quel che è successo in questi giorni.

Dal 23 al 25 maggio ci siamo trasferiti nella splendida Penisola Sorrentina per l’irrinunciabile Festa a Vico, la manifestazione organizzata ormai da vari anni da Gennaro Esposito della Torre del Saracino di Vico Equense.

È l’evento più ambito fra i gourmet italiani perché si tratta davvero di una festa, in cui prevale su tutto la voglia di divertirsi, ma che permette ai fortunati partecipanti di conoscere i migliori chef italiani e le giovani promesse, gustando i piatti che preparano in base al tema della festa, quest’anno “Il carretto passava… le cose di sempre” ovvero un omaggio al cibo da strada.

Noi di Erbacipollina abbiamo lavorato tanto a supporto del Pastificio dei Campi, main sponsor dell’evento, ma ci siamo anche divertiti moltissimo fra un assaggio e l’altro, fra una gita in barca e una passeggiata nei giardini più belli mai visti.gennaro esposito

Eh sì, perché Festa a Vico è una festa itinerante, che non si ferma mai per tre giorni: abbiamo iniziato domenica sera con l’incontro alla pizzeria O’ Saracino, in cui siamo stati deliziati da fantastiche pizze, pasta di Gragnano del Pastificio dei Campi, salumi eccezionali e mozzarelle da sballo. E poi musica sulla spiaggia fino a tarda notte e brindisi per i compleanni di Gennaro e di Andrea Berton (chef del Trussardi alla Scala di Milano).

La mattina seguente appuntamento al porticciolo di Marina di Seiano per la gita a Ravello, coronata da un buonissimo buffet allestito da Pino Lavarra, chef dello stellato ristorante Rossellinis, e da Luigi Tramontano (chef di Villa Cimbrone) nei giardini dell’incantevole Villa Cimbrone. Serata al Bikini, dove si sono cimentate ai fornelli le giovani promesse della cucina italiana: Roy Caceres, Gigi Nastri, Andrea Aprea, Cristian Avenanti, Matias Perdomo e tanti altri ancora.

Martedì mattina conferenza stampa all’Hotel Moon Valley, in cui alcuni importanti critici gastronomici – Fausto Arrighi, Enzo Vizzari, Stefano Bonilli, Paolo Marchi – insieme a Massimo Bergami, Massimiliano Alajmo e Luigi Iaccarino hanno fatto il punto della situazione sullo stato della ristorazione italiana e sulle vie da percorrere per crescere in Italia e all’estero.

Grande serata finale con i “big chef” a Le Axidie. Straordinari gli assaggi, fra cui le “tofette shake” (con bagna cauda e peperoni) di Davide Scabin, il panino con il lampredotto di Valeria Piccini, la battuta d’oca di razza romagnola con salsa d’uovo al tè affumicato di Aurora Mazzucchelli.

Grande finale con i bellissimi fuochi d’artificio sul mare e dolci da veri gourmet.

villa cimbroneSono stati tre giorni intensi, interessanti, divertenti, assolutamente da ripetere + 2 kg!

Showing 1 comment

  1. Miriam

    Dev’essere stata davvero una bella manifestazione, mi sarebbe piaciuto partecipare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*